PERCHE’ DUE PESI E DUE MISURE?

di PIER GIORGIO SGANZERLA


Ai miei tempi a chi studiava Diritto si insegnava, in Costituzionale, che vi erano Decreti Legge e decreti Legislativi, ora le sigle si consumano a piacere dalle lobby padrone del Governo.
Comunque durante questo anno di arresti domiciliari si pensava di aver visto di tutto, ma ci sbagliavamo.
Si verifica che:
• Beppe Grillo (pur non essendo parlamentare) gira per l’Italia per motivi politici del suo dannoso movimento senza che nessuno possa impedirglielo;
• Il PD indice riunioni di partito a suo piacere e nessuno si chiede se i partecipanti potevano o meno muoversi di casa;
• Renzi con i suoi quattro gatti idem.
Ma si verifica anche che se Fiamma Tricolore indice una riunione di coordinamento succede che;
• Il 23 gennaio il nostro delegato del Piemonte in viaggio per recarsi ad un coordinamento Nord Ovest venga multato di 400 Euro perché il suo spostamento è ingiustificato.
Lo stesso
Segretario Nazionale ha difficoltà ad adempiere ai propri doveri non vedendo, ai controlli , riconosciuto il suo buon diritto a spostarsi in funzione di essi sul territorio.
Ora ci chiediamo: la legge vale per tutti???
Perché i partiti graditi al sistema possono e Noi NO???
Perché tanto spudoratezza???
Oppure i signori erano già vaccinati di sottobanco e quindi si muovevano tranquilli????
La scritta che capeggia nelle aule di tribunale è spesso contraddetta dai fatti:
LA LEGGE NON È UGUALE PER TUTTI.
Potrebbe sembrare una provocazione, una contestazione, un’affermazione sovversiva, ma purtroppo cosi non è. . E il cambiamento è, in sé per sé, già una forma di discriminazione tra chi si trova prima e chi invece dopo la linea di confine. C’è poi l’elemento spaziale: città che vai, interpretazione che trovi, a dimostrazione che la geografia non è importante solo al liceo.
Ora addirittura basta un vigile urbano, un poliziotto o un carabiniere ad interpretare un decreto.
Ma la interpretazione della Legge non era del Giudice Terzo????? Si chiede un esplicito riconoscimento del diritto del nostro Segretario a compiere i suoi doveri in presenza sul Territorio e la libertà di riunione nel rispetto delle norme di sicurezza sanitaria- dei componenti della Direzione del MSFT.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi