IL GOVERNO DEI PEGGIORI

di Attilio CARELLI

Quello che andrà​ ad incassare la fiducia, oggi non sarà​ solo il governo della Banca e del suo proconsole, ma anche quello dei PEGGIORI.
Peggiori dal punto di vista oggettivo (Speranza ne è​ l’emblema), ma soprattutto da quello etico.
Alle Camere l’opposizione di centrodestra (se così​ si può chiamare il gruppetto guidato dalla nuova pupilla dell’ASPEN) è ridotta alla quarta parte, ed anche se non è certa la consistenza numerica dei dissidenti grillini e’ certo che gli adoratori della poltrona li sopravanzeranno di gran lunga.
Neppure è​ il caso di accennare alle larve politiche di FI​ che si accingono a realizzare​ il capolavoro del loro padrone, concludendo il di lui luminoso​ percorso politico all’insegna dell’inciucio e del tradimento del patto con gli elettori iniziato​ con lo sconcio del Nazareno.
Ma la palma dell’eccellenza del voltagabbanismo militante, oltre che della stupidità​ politica, spetta senza dubbio alla rappresentanza della Lega di Giorgetti​ ufficialmente “capitanata” da un irriconoscibile Salvini che, con​ verve espositiva all’altezza di quella sfoggiata nei giorni (o meglio delle notti ) del Papete, continua a ripetere- malgrado le evidenze- che tutto va bene e che il governo da incubo che con il suo appoggio sta nascendo sarà​ il migliore della storia di​ questa​ repubblica.
Governo da incubo per i presupposti sui quali è​ stato preposto a formarlo il numero uno degli esecutori dello smantellamento della nostra industria pesante, dell’incatenamento della nostra economia all’euro, del progressivo ed inesorabile cedimento di sovranità a quella UE che è la luciferina imitazioni di quella Europa che in venticinque secoli di magistero di civiltà ha illuminato il Mondo.
Governo da incubo che vede rappresentati tutti i Partiti che hanno sostenuto il fallimentare Conte due e la sua criminalmente irresponsabile -e dal punto di vista sanitario e da quello delle disastrose​ conseguenze economiche di spesso cervellotiche e contradditorie disposizioni di prevenzione- gestione della “pandemia”​ .
Gestione​ che ha visto​ -nella prima fase-la strage annunciata di anziani abbandonati nelle Case di riposo e di migliaia​ di malati nelle corsie e corridoi ospedalieri sovraffollati, insufficienti nosocomi funzionanti, scampati a dissennate politiche di privatizzazioni​ o chiusure perpetrate in tre lustri da centrodestra e centrosinistra ;
che ha visto il nulla fatto nei mesi intercorsi tra questa e la seconda PREVISTA ondata,;
che ha visto e vede in questa ondata in atto​ le migliaia di morti NON CURATI grazie a protocolli che prevedevano la somministrazione del plasma immune solo come “cura compassionevole” cioè​ col paziente ormai intubato ed in fin di vita;
che ha visto infine gli inspiegabili ritardi da parte dell’AIFA nella concessione del via libera-solo pochi giorni or sono- dei tanto derisi (quando li uso’ Trump) anticorpi monoclonali , evidentemente efficacissimi. ed altrove da tempo impiegati…
Governo da incubo perché i fautore dello ius solis, della dottrina gender​ nella scuole primarie e negli asili, della legge sull’omofobia , dell’apertura dei confini all’Invasione, anteprima​ della da loro messianicamente auspicata​ ​ Grande Sostituzione, avranno preponderante presenza ,essendosi aggiudicati ministeri chiave.
Governo da incubo al quale nani(ogni allusione è​ casuale) e ballerine-rendono oggi servile omaggio in spregio al Popolo Italiano ed alla sua Dignità, Diritto alla Libertà e Sovranità .

Anche se tutti, noi no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi